Chi sono gli hikikomori

Chiudere il mondo fuori dalla propria camera, alzare un muro tra sé e la realtà esterna: gli hikikomori sono giovani tra i 14 e i 30 anni, perlopiù di sesso maschile, che decidono di ritirarsi dalla vita sociale (anche per lunghi periodi), rinchiudendosi nella propria camera, senza coltivare nessun tipo di contatto diretto con persone.

Al momento in Giappone ci sono di oltre 500.000 casi accertati, ma è un fenomeno largamente diffuso anche nel resto dell’Asia e nel mondo occidentale. Anche in Italia l’attenzione nei confronti degli hikikomori sta aumentando: l’Associazione nazionale “Hikikomori Italia” sostiene che nel nostro paese ci siano almeno 100 mila casi. Le cause che conducono al ritiro sociale sono varie: gli hikikomori sono ragazzi spesso intelligenti, ma anche particolarmente introversi e sensibili, hanno una visione molto negativa della società e soffrono le pressioni di realizzazione sociale dalle quali cercano di fuggire. Il rifiuto di andare a scuola è uno dei primi campanelli di allarme.

Laura Calosso, giornalista e scrittrice, ci porta nel solitario mondo dei ragazzi ritirati, raccontandoci la storia di Margherita e Carlo, protagonisti del suo ultimo romanzo Due fiocchi di neve uguali che arriverà in libreria il 24 gennaio.
Le strade dei protagonisti si separeranno a causa dell’isolamento di Carlo che ha smesso di frequentare la scuola. Per via del suo ritiro dalla vita sociale non saprà che la sua amica Margherita è in coma vegetativo in seguito a un incidente d’auto.

Nella luce dorata dell’estate le vite di Margherita e Carlo risplendono in stanze buie che tengono fuori il mondo.