Hikikomori: il fenomeno invisibile

Lunedì 4 marzo 2019 alle ore 18:00, presso la sede della SEM – Società Editrice Milanese, in via Cadore 33 a Milano, si svolgerà l’incontro dal titolo “Hikikomori, il fenomeno invisibile”.

Scopo del dibattito sarà far luce su questa manifestazione di disagio giovanile – che si sta velocemente diffondendo anche in Italia – e di offrire informazioni utili a chi lo sta affrontando (come famiglie, insegnanti, psicologi), grazie alla presenza di importanti esperti del settore.

L’evento verrà trasmesso in diretta web sulla pagina Facebook di SEM, dove resterà poi disponibile in forma di video. Per tutti gli interessati sarà comunque possibile interloquire direttamente con gli esperti, partecipando alla diretta e inviando messaggi sulla chat di FB della pagina SEM.

Delle cause del ritiro sociale di molti giovani italiani discuteranno:

Laura Calosso, scrittrice e giornalista, autrice di Due fiocchi di neve uguali (SEM) romanzo che affronta il tema del ritiro sociale.

Marco Crepaldi, presidente e fondatore di Hikikomori Italia, autore di Hikikomori. I giovani che non escono di casa, Alpes Italia, 2019.

Matteo Lancini, psicologo, psicoterapeuta, presidente fondazione Minotauro di Milano, curatore di Il ritiro sociale negli adolescenti. La solitudine di una generazione iperconnessa in uscita il 14 marzo prossimo da Raffaello Cortina Editore.

Luigi Zoja, psicanalista e saggista, ultimi libri pubblicati Nella mente di un terrorista e Vedere il vero e il falso, Einaudi.

A moderare l’incontro Annarita Briganti, scrittrice e giornalista di Repubblica.

Perché ho scritto “Tu salvati”

Ogni età ha un’emozione, e se l’infanzia per me è rappresentata, al di là dei giorni più luminosi, dalle piccole, grandi paure che ho cercato di far rivivere in Ritratto di famiglia con errore, l’adolescenza è il sentirsi costantemente sotto giudizio.

La famiglia ti giudica perché non sei più il bambino che eri, la scuola ti giudica per come impari ciò che ha da insegnarti, i coetanei per come ti vesti, ti pettini, per l’aspetto fisico che la natura, e i tuoi genitori, ti hanno dato in dono. “È colpa di sua madre se ha il culo così grosso”, così si dice davanti a uno specchio Arianna, ragazza bella, intelligente, benestante, ma con un fondoschiena che odia.

Durante l’adolescenza, mille volte anche io ho sognato di essere qualcun altro.

Leggi tutto “Perché ho scritto “Tu salvati””

Caro lettore: una lettera di Heidi Perks


Caro lettore,
non è sempre facile per uno scrittore determinare con precisione da dove arrivi l’ispirazione, ma per Sotto i tuoi occhi riesco a ricordarlo con chiarezza. Mentre guardavamo i nostri bimbi giocare al parco, una mia amica mi raccontò che un bambino era rimasto vittima di un tragico incidente quando era affidato dalla madre alle cure di un conoscente. Questo fatto mi colpí molto – sono letteralmente andata fuori di testa pensando ad entrambe le coppie di genitori: qualcuno aveva perso suo figlio, ma allo stesso tempo un’altra coppia stava facendo i conti con il senso di colpa e le accuse che quel tipo di responsabilità si portava dietro. Nessuno ne sarebbe uscito indenne. Chissà come avrebbero fatto ad andare avanti!

Fra le tante storie tristi che ci perseguitano questa è stata quella che non mi avrebbe più abbandonata. Non riuscivo a smettere di chiedermi come aveva dovuto sentirsi l’amica cui era stato affidato quel bambino. E continuavo a chiedere a tutti quelli che incontravo se gli fosse mai capitato di perdere il figlio di un’altra. Cosa sarebbe stato peggio? Perdere il proprio figlio o  quello di qualcun altro?
Leggi tutto “Caro lettore: una lettera di Heidi Perks”

In un solo grammo di cielo: intervista a Chiara Iezzi


Il 7 febbraio arriva in libreria “In un solo grammo di cielo”, il romanzo d’esordio di Chiara Iezzi. Il libro è un’intensa fiaba dark dei nostri giorni e racconta la storia della giovane Emily. Abbiamo chiesto all’autrice di parlarci di sé, del suo libro e del messaggio che vorrebbe arrivasse ai lettori.

Ti conosciamo per la tua passata carriera musicale e come attrice. Ora il tuo esordio come scrittrice. Come nasce “In un solo grammo di cielo”?
Da tre anni, per lavoro, vivo a Los Angeles per qualche mese l’anno. L’idea del libro è nata lì, un po’ perché il tempo in quella città scorre lento, ma anche perché ci sono pochi attori a Los Angeles che non scrivono o non producono. Mi hanno chiesto spesso di provare a scrivere, tra un’audizione e l’altra: “Qui tutti cercano di scrivere qualcosa di proprio”. Così l’ho fatto anch’io. Ho provato, ispirata da alcuni film, finché non è arrivata la spinta che ha messo al mondo “In un solo grammo di cielo”.

Quella di Emily è la storia di una ragazza messa a dura prova dalla vita, una storia difficile che può essere una grande fonte d’ispirazione. C’è qualche aspetto della vita della protagonista o del suo carattere nel quale ti leggi?
Leggi tutto “In un solo grammo di cielo: intervista a Chiara Iezzi”

Una generazione in difficoltà: intervista a Laura Calosso

I giovani d’oggi valgono poco” o “I giovani d’oggi, sono senza valori”, giudizi semplicistici e superficiali che sentiamo quasi quotidianamente.
Viviamo in tempi concitati scanditi dal ritmo della tecnologia: la società non riesce a essere al passo e, nonostante questa difficoltà sia sotto gli occhi di tutti, c’è ancora chi ripete: “I giovani d’oggi valgono poco”.

Poi fortunatamente c’è chi va oltre, chi gratta via la superficialità dei luoghi comuni, chi cerca di comprendere le difficoltà di una generazione e ci scrive su un romanzo. Grazie a Laura Calosso e al suo “Due fiocchi di neve e uguali”.

In libreria dal 24 gennaio.

“I giovani d’oggi valgono poco” o “I giovani d’oggi sono senza valori”, giudizi semplicistici e superficiali che sentiamo quasi quotidianamente.Viviamo in tempi concitati, scanditi dal ritmo della tecnologia: la società non riesce a essere al passo e, nonostante questa difficoltà sia sotto gli occhi di tutti, c’è ancora chi ripete: “I giovani d’oggi valgono poco”. Poi fortunatamente c’è chi va oltre, chi gratta via la superficialità dei luoghi comuni, chi cerca di comprendere le difficoltà di una generazione e ci scrive su un romanzo. Grazie a Laura Calosso e al suo “Due fiocchi di neve e uguali”. In libreria.

Geplaatst door SEM Società Editrice Milanese op Vrijdag 25 januari 2019

 

 

 

 

Chi sono gli hikikomori

Chiudere il mondo fuori dalla propria camera, alzare un muro tra sé e la realtà esterna: gli hikikomori sono giovani tra i 14 e i 30 anni, perlopiù di sesso maschile, che decidono di ritirarsi dalla vita sociale (anche per lunghi periodi), rinchiudendosi nella propria camera, senza coltivare nessun tipo di contatto diretto con persone.

Leggi tutto “Chi sono gli hikikomori”

Rebecca Stark è una brillante psichiatra londinese che ha messo a punto un innovativo sistema per guarire la gente dalle proprie ossessioni. Il metodo Stark è così efficace che un magnate russo, Grigory Ivanov, decide di affidarle la conduzione della Sunrise, la prima di una serie di cliniche all’avanguardia, disseminate in tutto il pianeta, che aiuteranno le persone ad affrancarsi dalle loro peggiori addiction.

Leggi tutto “”

Amy Hempel e le sue ragioni per vivere

La prima raccolta di racconti di Amy Hempel fu pubblicata nel 1985, periodo i cui la scena letteraria americana era in fermento: vede l’arrivo di Raymond Carver, Richard Ford, Jay McInerney. Tra queste voci, così importanti, spicca lei.

Leggi tutto “Amy Hempel e le sue ragioni per vivere”

Preghiera del mare, per comprendere ciò che ci fa paura

Si dice che le paure vadano affrontate. Forse prima che affrontate andrebbero indagate, scomposte, capite.
Come? Leggendone, parlandone, consumando le pagine dei giornali e dei libri. Potremmo accorgerci che così, rintracciate le origini di quel timore, la paura potrebbe dissolversi.

Leggi tutto “Preghiera del mare, per comprendere ciò che ci fa paura”