Tempesta di Arif Anwar

La storia di Shahryar e sua figlia Anna s’intreccia, oltre i confini dello spazio e del tempo, con le storie di altre cinque famiglie. Che cosa accomuna questi mondi così diversi tra loro, eppure segnati dallo stesso inesorabile destino? Una tempesta.

Ispirato al ciclone Bhola che colpì il Bangladesh nel 1970 uccidendo, in una sola notte, più di un miliardo di persone, Tempesta è l’esordio narrativo di Arif Anwar.

Questo romanzo narra, attraverso le voci dei suoi personaggi, la storia del Bangladesh e della guerra d’indipendenza dal Pakistan. Sullo sfondo di un tragico evento, Arif Anwar ci racconta i diversi modi in cui le persone amano, tradiscono e si sacrificano le une per le altre in momenti di difficoltà.

Tempesta esplora, con le sue cinque voci, ciò che ci unisce al di là delle differenze, che siano esse etniche o religiose. 

 Arif Anwar scrive un romanzo profondamente influenzato dalla sua vita e dal suo paese natale, un’epopea nel solco de “Il cacciatore d’aquiloni” di Khaled Hosseini.

Lo trovate in libreria.