Tempesta di Arif Anwar

La storia di Shahryar e sua figlia Anna s’intreccia, oltre i confini dello spazio e del tempo, con le storie di altre cinque famiglie. Che cosa accomuna questi mondi così diversi tra loro, eppure segnati dallo stesso inesorabile destino? Una tempesta.

Ispirato al ciclone Bhola che colpì il Bangladesh nel 1970 uccidendo, in una sola notte, più di un miliardo di persone, Tempesta è l’esordio narrativo di Arif Anwar.

Questo romanzo narra, attraverso le voci dei suoi personaggi, la storia del Bangladesh e della guerra d’indipendenza dal Pakistan. Sullo sfondo di un tragico evento, Arif Anwar ci racconta i diversi modi in cui le persone amano, tradiscono e si sacrificano le une per le altre in momenti di difficoltà.

Tempesta esplora, con le sue cinque voci, ciò che ci unisce al di là delle differenze, che siano esse etniche o religiose. 

 Arif Anwar scrive un romanzo profondamente influenzato dalla sua vita e dal suo paese natale, un’epopea nel solco de “Il cacciatore d’aquiloni” di Khaled Hosseini.

Lo trovate in libreria.

 

Valerio Massimo Manfredi presenta “Sentimento italiano”

Lunedì 8 aprile Valerio Massimo Manfredi sarà ospite nella sede FAI in Via Carlo Foldi 2 per presentare il suo nuovo libro Sentimento Italiano. Dialogherà con l’autore Mario Calabresi, giornalista ed ex direttore di La Repubblica.

Una location speciale per un autore altrettanto speciale. Valerio Massimo Manfredi, che all’attivo ha più di 12 milioni di copie vendute sia in Italia che all’estero, torna con un nuovo libro dedicato a noi italiani e alla nostra patria.

Sentimento Italiano è un viaggio alle radici della nostra storia, una lectio magistralis in cui Manfredi ci accompagna alla riscoperta delle nostre meraviglie per comprendere meglio il passato e il presente dell’Italia. Un romanzo che, a tratti in chiave autobiografica, ci aiuta a riscoprire e riflettere su cosa vuol dire sentirsi italiani.

Potete trovare Valerio Massimo Manfredi e il suo Sentimento Italiano in libreria dall’11 aprile.

Camille Bordas, Come muoversi tra la folla

 

Maria Giulia Castagnone, editor di SEM, vi presenta il nuovo romanzo di Camille Bordas intitolato “Come muoversi tra la folla”.

Isidore, da tutti chiamato Dory, è un bambino di undici anni che vive con i sei fratelli e i genitori in una cittadina francese. Nel mondo di Isidore, però, essere “normali” è sinonimo di anormalità.

In Come muoversi tra la folla, la Bordas vi catapulterà nella vita interiore di un adolescente alla scoperta di se stesso e del mondo che lo circonda. Non mancheranno momenti di malinconia, riflessione, ma soprattutto dark humor.

 In libreria da oggi.

L'editor Maria Giulia Castagnone ci porta alla scoperta di "Come muoversi tra la folla", di Camille Bordas: in uscita oggi!

Geplaatst door SEM Società Editrice Milanese op Woensdag 20 maart 2019

Questioni di famiglia, Rebekah Frumkin

Una dark comedy che si snoda in tutti gli Stati Uniti, dalla sparatoria della Kent State alle marce di protesta a Chicago, fino alle Everglades in Florida, e spazia nel tempo dai figli del boom economico ai millenials, passando per la Generazione X. La storia di due famiglie di Cleveland estremamente diverse, i cui destini si intrecciano per sempre.

L’esordio letterario di Rebekah Frumkin è in libreria oggi.

Sicilian Comedi

 Chi è Lou Sciortino?

La storia di Lou Sciortino, giovane rampollo di una famiglia mafiosa in America, comincia nel lontano 2004, quando Ottavio Cappellani scrive il primo dei romanzi dedicati a questo personaggio: Chi è Lou Sciortino? 

L’esordio del nostro Sciortino è segnato dal nonno, che lo costringe a partire per Catania con l’obiettivo di allontanarlo da una guerra di mafia scoppiata a Los Angeles. Ma ovviamente i guai sembrano seguire Lou come un’ombra.

La sua storia prosegue in Sicilian Tragedi, pubblicato nel 2006, che si è conquistato un’intera pagina sul New York Times scritta da David Leavitt. Questa volta Lou si trova in mezzo a una guerra che vede contrapporsi due famiglie mafiose: il diverbio nasce, un po’ alla “Romeo e Giulietta”, da un matrimonio combinato tra due giovani appartenenti ai clan rivali.

Nel 2009, con Chi ha incastrato Lou Sciortino?Sciortino incontra per la prima volta Leonard Trent, allora studente di cinema, e lo sceglie come regista per la sua fittizia casa di produzione cinematografica: la Starship Movies.

Lou Sciortino e Leonard Trent tornano quest’anno in Sicilian Comedi, in uscita il 14 settembre. Se la vedranno con politicanti mafiosi, Boss con interessi petroliferi, operatori culturali, registi neorealisti… il tutto ancora una volta a Catania, la città di Cappellani, in una black comedy surreale dove Shakespeare incontra i Soprano.