Amici per paura

Un estratto del nuovo romanzo di Ferruccio Parazzoli, candidato al Premio Strega

“«Italiani!» Era la voce del Duce, non c’era alcun dubbio, impossibile non riconoscerla. Parlava spesso il Duce agli italiani, e gli italiani ne erano confortati perché il Duce dava sempre ottime notizie: sulle sanzioni, tanto gli italiani se ne fregavano, sulle industrie autarchiche in cui gli italiani erano diventati maestri, sulle finanze dello Stato sostenute dall’eroico sacrificio delle coppie italiane che si erano private volontariamente della fede nuziale.”

“Nelle notizie del Bollettino del tempo di guerra, le pur dolorose perdite italiane erano sempre infinitamente inferiori a quelle inflitte al nemico. Alle notizie facevano seguito le canzoni di guerra, che Francesco non perdeva mai. ”

Passi di: Ferruccio Parazzoli. “Amici per paura”. iBooks.