La stoffa delle donne

Authors

  • In libreria: 8 marzo 2017
  • ISBN: 9788893900049
  • Prezzo: 16,00 €
  • Caratteristiche: 240 pp

Succede a tutti, prima o poi, di pensare: basta, ora mollo tutto e me ne vado. Capita di arrivare ad un soffio dal punto di svolta, a un centimetro dalla libertà e dal sollievo, ma poi si torna indietro e si lasciano stare i propositi di cambiamento.
Anche a Teresa Guerrini, la protagonista di questo intenso romanzo di Laura Calosso è successo, una sera al rientro dall'ufficio, quando tra le mail trova una fattura telefonica 'fuori scala': i suoi figli hanno esagerato con i download da Internet in un soffio hanno speso l'ammontare del suo stipendio mensile. È la goccia di troppo, l'ultima in un bicchiere già colmo. Teresa questa volta non torna indietro e parte. I pochi giorni che trascorrerà in Olanda, alle prese con situazioni al contempo normali e straordinarie, le serviranno per rimettere 'in asse' il proprio destino.

Laura Calosso (Asti, 1966) ha esordito nel 2011 col il Romanzo "A ogni costo, l'amore" (Mondadori).

Formicae

Authors

  • In libreria: 19 gennaio 2017
  • ISBN: 9788893900010
  • Prezzo: 17,50 €
  • Caratteristiche: 400 pp

La voce al telefono dice che Livio Jarussi, il bambino scomparso da due anni, è vivo e sta bene. Aspetta soltanto di essere riportato a casa, dai suoi genitori. Quando la polizia arriva nel luogo indicato dalla voce anonima, una discarica alla periferia di Foggia, trova una scena sconcertante.

Qualcuno ha allestito un terribile quadro rituale. Sepolto malamente tra i rifiuti c’è il corpo di Livio. Sulla misera tomba, come un lugubre ornamento, si alza una croce di legno e ferro. Ciò che rimane di Livio, ormai mangiato dalla terra che l’ha nascosto per due anni, è quasi solo un brandello della felpa che indossava al momento della scomparsa, dove campeggia la scritta Zio Teddy. Una macabra firma.
Per Renzo Bruni, alto funzionario del Servizio Centrale Operativo, il mitico SCO, l’unità investigativa della Polizia di Stato, questo ritrovamento significa tornare a occuparsi del caso che più di ogni altro l’ha tormentato, come poliziotto e come uomo. Per Zio Teddy invece è semplicemente la ripresa di una partita a due, giocata con gli strumenti del male.
Ma in questa storia ad alta tensione emotiva, scritta da un maestro italiano del thriller, ciò che a prima vista sembra vero non è detto che lo sia fino in fondo. In questa storia le cose che accadono hanno sempre un lato sinistro.
La partita iniziata tra i due avversari, infatti, si apre presto a un terzo giocatore, il più feroce, il più sfuggente.
Anche lui, come Bruni, ma per ragioni diverse e inaspettate, vuole che il mostro di Livio e di altri innocenti torni nell’inferno brulicante di formicae che l’ha generato.

Piernicola Silvis è nato a Foggia nel 1954. Alto dirigente della Polizia di Stato, ha lasciato il servizio come questore di Foggia. La Lupa è il suo quinto romanzo. Con SEM ha pubblicato Formicae (2017), riproposto poi da Feltrinelli in edizione tascabile. I suoi libri sono stati tradotti in diverse lingue.

Fino ad ora inedito, pochissimo conosciuto anche tra gli specialisti, L’Olimpo è il racconto delle passioni erotiche e drammatiche degli Dei olimpici.
Eccoli, uno dopo l’altro, gli ‘attori’ del mondo superiore: l’irresistibile, sensualissima Afrodite; Urano e il suo sanguinario figlio Crono; Dioniso, Pan, Selene immersa nell’incanto argenteo della notte; i Ciclopi, Poseidone, la fascinosa e perversa Pasifae che genera il Minotauro; l’orgiastico Minosse, nel cui seme nuotano millepiedi e scorpioni; Afrodite, suprema Ekberg celeste e marina. E con loro molti altri, ma su tutti Zeus, magnetico e volubile, onnipotente e capriccioso.

In un’atmosfera carica di tensione orgiastica, si muove la moltitudine delle divinità che dà vita a un umanissimo teatro dei caratteri, inaspettatamente vicino a quello che incontriamo nella vita di tutti i giorni, qui sulla nostra terra.

In questo sorprendente ‘romanzo degli Dei’, Fellini ripercorre gli archetipi della nostra immaginazione –suo tratto artistico distintivo e magistrale– con la libertà fantastica e l’intelligenza critica del grande romanziere, onirico e pungente. L’invenzione inesauribile, la capacità unica di sorprendere propria di Fellini sfida qui l’impossibile, sceneggiando in opera totale di sensi, suoni, visioni e movimenti la metamorfosi incessante delle forme, propria della realtà come del sogno.

Concepito come soggetto e trattamento cinematografico, ma anche come narrazione ‘guida’ per una serie televisiva, L’Olimpo fu elaborato dal Maestro dopo La città delle donne. Il film però non fu mai realizzato, né per il cinema, né per la televisione, e oggi rimane solo come testo scritto. Un inatteso capolavoro che testimonia, una volta di più, il genio inimitabile di Federico Fellini.

Federico Fellini, nato a Rimini nel 1920 e morto a Roma nel 1993, è stato uno degli autori più significativi e originali della storia del cinema.