L’uomo di Calcutta

Il romanzo d’esordio di Abir Mukherjee, “L’uomo di Calcutta”, è il primo di una pluripremiata serie, che sarà integralmente pubblicata da SEM. Il best seller vede come protagonista Sam Wyndham, giovane veterano britannico della Grande Guerra con un passato doloroso: sceglierà Calcutta per voltare pagina.

Mukherjee, giovane autore di origine indiana, è cresciuto nell’Ovest della Scozia. Per questo suo romanzo d’esordio è stato ispirato dal desiderio di saperne di più sul colonialismo britannico in India, periodo cruciale della storia angloindiana che sembra essere stato quasi dimenticato.

La sua storia sembra il sogno di ogni scrittore esordiente: un commercialista, sposato con due figli e una vita tranquilla partecipa a un concorso per autori crime: due capitoli, una sinossi e poche speranze. Dopo qualche mese, la Penguin Random House gli offre 5000 sterline per finire il libro.

Rimane tuttora un commercialista, nonostante il successo della saga. Dichiara infatti in un’intervista a La Repubblica: «Non me la sono sentita di lasciare il lavoro di commercialista. Ho chiesto di lavorare part-time, anche se spero primo o poi di potermi dedicare alla scrittura. Mi devo ancora abituare: è un sogno diventato realtà.»

Una grande umiltà accompagna il talento, che vi invitiamo a scoprire.
L’attesa è finita.