Paolo Roversi “L’ira funesta”


Fa caldo, molto caldo sulle rive del Po in estate. C’è da uscire di testa. Un omone di due metri con una salopette portata a pelle vi rincorre con una katana sguainata. Paolo Roversi ci fa da guida in questo viaggio rocambolesco tra pesci siluro e Farmacie chiuse, dove l’aria umida si mescola all’odore di bestiame delle cascine della Bassa