33 Indagini per Sarti Antonio

Authors

  • In libreria: 28 maggio 2020
  • ISBN: 9788893902465
  • Prezzo: 20,00€
  • Caratteristiche: 992 pp

Loriano Macchiavelli è considerato da molti il "padre vivente" del giallo italiano, con più di quarant'anni di attività narrativa apprezzata da pubblico e critica. Molte delle sue avventure, soprattutto i racconti o i romanzi brevi pubblicati su periodici a partire dagli anni Settanta, sono poco conosciuti o introvabili. Con questa pubblicazione, a cui ne seguirà un’altra nel 2021, SEM offre ai lettori buona parte della produzione “breve” di Macchiavelli, tra racconti e romanzi. Le indagini qui riportate sono quelle di una fra le coppie investigative più originali del giallo italiano, quella composta da Sarti Antonio, un poliziotto onesto e tenace ma non particolarmente dotato nell'arte delle indagini, e Rosas, extraparlamentare di sinistra, eterno studente universitario, mente analitica degna dei polizieschi classici.   
Dopo venti telefilm, una quindicina di libri, innumerevoli repliche e ristampe, Sarti Antonio ritorna più diffidente e vitale che mai. Fedele alla sua creatura più celebre e fortunata, Loriano Macchiavelli non ha mai smesso di scrivere per il questurino bolognese nuove avventure, sempre al passo con i tempi. Si aprono in questi racconti squarci sul passato del sergente, ma anche illuminanti lampi sul presente, sul nostro mondo in continua evoluzione, con narrazioni che non temono di trattare argomenti di spinosa attualità, come l'immigrazione e il lavoro nero. A dimostrazione del fatto che l'universo di Sarti Antonio, sergente, è una copia fedele di quello in cui ognuno di noi abita.

Loriano Macchiavelli (1934) è uno scrittore, autore di pièces teatrali, racconti e romanzi polizieschi da più di quarant’anni.

Fare Fuoco

Authors

  • In libreria: 21 maggio 2020
  • ISBN: 9788893902557
  • Prezzo: 16,00€
  • Caratteristiche: 200 pp

La vita quotidiana di una piccola cellula periferica delle BR, vista da dentro ai tempi dello storto sogno di rivoluzione. Pazzi, solitari e disperati, sull'orlo della fine di una disastrosa utopia.
Italia, fine anni Settanta, gli anni di piombo. Un ragazzo vive in un paese di provincia sul mare Adriatico, infarcito di idee di giustizia e uguaglianza. Dopo alcune azioni politiche dimostrative fatte con gli amici, decide di passare alla vita clandestina. Viaggia di notte per raggiungere una grande città del nord dove si unisce nella lotta armata a due compagni dei quali conosce soltanto il nome di battaglia: il Rosso e Anita. Anche lui prenderà un nome nuovo, Orlando: il nome di suo nonno.
L'apprendistato è breve. Partecipa subito agli attentati della piccola cellula. Sparano alle gambe a un giornalista; feriscono un capo operaio; fino all'attentato a un giovane sindacalista che si rivelerà il punto di non ritorno. II dubbio si insinua nella mente del protagonista, chiuso nell'appartamento insieme agli altri due compagni, abituato più a mandare a memoria slogan che a ragionare. Usano le armi per ottenere un mondo migliore ma perdono tragicamente la loro sfida. Tra ricordi e momenti di vita quotidiana, il racconto di una banalità del male, che interroga il lettore e Io scuote, obbligandolo a riflettere.

Daniele Garbuglia è nato a Recanati nel 1967 e vive a Senigallia. Ha pubblicato i romanzi Fagotto e Sparafucile (Pequod, 1998), Home (Casagrande, 2006), Musica leggera (Casagrande, 2009), La vita privata (Casagrande, 2016).

Il Tunnel dei Morti

Authors

  • In libreria: 21 maggio 2020
  • ISBN: 9788893902434
  • Prezzo: 18,00€
  • Caratteristiche: 288 pp

Sonja e Daniel sono una coppia facoltosa che, in un estremo tentativo di salvare il loro vacillante matrimonio, decide di lasciare la Svezia per trasferirsi in Boemia, nella zona montuosa dei Sudeti. I due hanno il sogno di gestire un vigneto. Trovano un appezzamento a basso prezzo e quella terra diventa il loro biglietto di sola andata per il futuro.
Una notte Daniel sveglia Sonja e le chiede di seguirlo in cantina, ha trovato l'ingresso nascosto di un tunnel. Lo percorrono e si ritrovano in una seconda cantina, piena di vecchie bottiglie di vino coperte di polvere. Nell'esplorare la galleria più a fondo Sonja fa una scoperta terrificante. C'è il corpo mummificato di un ragazzo. Gli abiti che indossa sono datati e in tasca ha una moneta, un marco tedesco del 1943.
È l'inizio di una sua indagine personale, in parte osteggiata dalla polizia locale, su quello che è successo nella zona alla fine della Seconda guerra mondiale. Sonja capirà presto di essersi imbattuta in una vicenda che qualcuno vuole tenere segreta.
Il tunnel dei morti è un romanzo in cui passato e presente si intrecciano in un racconto appassionante sulla brutalità umana e sulla fedeltà. Tove Alsterdal ci offre una nuova prospettiva su una parte di Storia che pensavamo di conoscere, oltre a una domanda: fino a che punto siamo disposti a spingerci per salvare noi stessi e il ricordo di chi abbiamo amato?

Tove Alsterdal (Malmö, 1960) è una giornalista, sceneggiatrice e scrittrice. Considerata una stella del thriller svedese, i suoi libri sono stati pubblicati in quasi venti paesi e hanno ricevuto numerosi riconoscimenti. Quella gelida notte a Stoccolma (Newton Compton, 2016) è stato premiato come miglior giallo svedese dalla Swedish Crime Academy.

Inferno Verde

Authors

  • In libreria: 12 marzo 2020
  • ISBN: 9788893902519
  • Prezzo: 20,00€
  • Caratteristiche: 430 pp

Mino Portoguesa ha dieci anni ed è nato in un villaggio nella foresta pluviale sudamericana. Ama gli animali, i profumi, i suoni e vive semplicemente con la famiglia nel suo paradiso naturale. Per guadagnarsi da vivere caccia delle rare e splendide farfalle che suo padre fissa con gli spilli e vende in città. La loro piccola e pacifica comunità viene disturbata dall'arrivo di una delle maggiori compagnie petrolifere, interessata a sfruttare la foresta amazzonica. Un giorno, tornando dalla sua battuta di caccia quotidiana, Mino trova la famiglia e tutti gli abitanti del villaggio massacrati. Fugge da solo nelle parti più nascoste della foresta, senza mangiare per giorni. Isidoro, un mago itinerante, lo trova e lo adotta; sceglie Mino come apprendista. Insieme preparano uno spettacolo strabiliante che portano per anni nei piccoli villaggi del Sud America. Mino, tempo dopo, diventa uno studente di biologia ed eco-filosofia. All'università trova degli alleati e insieme creano il movimento Mariposa, che mira a dirigere l'attenzione del mondo sulla distruzione della natura causata da compagnie internazionali. I componenti del gruppo segreto cominciano ad assassinare i leader delle aziende responsabili di crimini contro l'ambiente e il sistematico impoverimento del sud del mondo.

Gert Nygårdshaug (Tynset, 1946) è attivista ambientale e autore di quasi quaranta libri, tra cui Mengele Zoo, thriller “ecologico” di prossima pubblicazione per SEM, che gli è valso un immenso riconoscimento da parte della critica e del pubblico, e ha venduto solo in Norvegia 400.000 copie. Questa nuova indagine di Fredric Drum, crittografo e gourmet, segue L’amuleto (SEM, 2018).

Un’amica particolare

Authors

  • In libreria: 12 marzo 2020
  • ISBN: 9788893902359
  • Prezzo: 19,00€
  • Caratteristiche: 310 pp

Stony Brook, stato di New York, fine anni Novanta. Rebecca non sapeva che esistesse l'amore fino a quando non ha incontrato Paul, un agente immobiliare accattivante e di successo. E con un passato oscuro come il suo. A legarli è un irresistibile magnetismo, qualcosa di inspiegabile che entrambi riconoscono. Vent'anni dopo, però, di quell'amore non resta molto. Paul e Rebecca stanno andando a picco, mentre i segreti che hanno costellato la loro relazione iniziano a consumare il matrimonio. La visita della polizia, dopo la scomparsa della moglie del capo di Rebecca, complica ulteriormente il loro rapporto. Rebecca, che lavora con i farmaci, oltre ad abusarne, viene licenziata dopo che l'azienda scopre la relazione segreta con il suo capo. Paul, nel frattempo, la tradisce con una vicina di casa e preleva di nascosto ingenti somme dal conto in comune. Ognuno di loro segue un suo percorso, che tiene accuratamente nascosto, dove la menzogna è moneta corrente, ed entrambi sono così concentrati nel perseguire i propri obiettivi da non rendersi conto di cosa passa nella mente dell'altro. Quando lo scoprono, sarà troppo tardi. Perché la menzogna è a doppio taglio ed è difficile capire quando sta per ritorcersi contro chi l'ha ideata. Un gioco di "guardie e ladri", una storia di infedeltà e inaffidabilità. Un thriller che affronta i segreti e le vendette raccontate dalla prospettiva di una coppia "perfetta" ma altamente pericolosa.

E.G. SCOTT è lo pseudonimo di due scrittori e sceneggiatori di New York, Elizabeth Keenan and Greg Wands. Con il loro debutto nel campo della narrativa hanno avuto grande successo in diversi paesi.

L’uomo che amava i libri

Authors

  • In libreria: 27 Febbraio 2020
  • ISBN: 9788893902397 
  • Prezzo: 18,00€
  • Caratteristiche: 223 pp

Michael Hudson trascorre le lunghe giornate in carcere divorando libri che gli sono stati dati dalla bibliotecaria della prigione, una giovane donna di nome Anna che ha un debole per il suo miglior studente. In un luogo in cui è difficile trovare speranza, il potere dei libri può essere una luce nel buio.
Ad alcuni detenuti, come Michael, il lavoro di Anna sta cambiando la vita. Legge avidamente i libri che lei gli passa finché viene improvvisamente rilasciato dopo che un detective privato ha manipolato un testimone nel suo processo. Il detective è Phil Orzanian, un uomo spregiudicato che, insieme a un poliziotto in pensione, ruba con il ricatto e la violenza i soldi sporchi dei criminali. Fuori dal carcere Michael incontra una Washington D.C. profondamente cambiata. Le trasandate vetrine di un tempo ospitano birrerie all'aperto, caffè alla moda e negozi di fiori. Ciò che non è cambiato è la tentazione del crimine. Michael deve scegliere tra chi è riuscito a farlo uscire di prigione e la donna gli ha mostrato una vita diversa. Cercando di bilanciare il suo nuovo lavoro da lavapiatti, l'amore per la lettura e il debito nei confronti dell'uomo che lo ha liberato, Michael fatica a capire quale sia la sua strada. Riuscirà a resistere alla morsa del crimine o precipiterà nell'abisso?
Intelligente e frenetico, L'uomo che amava i libri, ventunesimo romanzo di Pelecanos, è una storia di scelte difficili, che parla di riscatto e del valore universale dei libri.

George Pelecanos è nato a Washington D.C nel 1957. Prima di divenire uno dei più famosi e premiati scrittori e sceneggiatori degli Stati Uniti, ha fatto un’infinità di lavori, dal cuoco al lavapiatti, dal barista al commesso. Autore di ventun romanzi, tutti osannati dalla critica e dal pubblico, ha scritto le pluripremiate serie tv THE WIRE e THE DEUCE.

L’apprendista

Authors

  • In libreria: 27 febbraio 2020
  • ISBN: 9788893902403
  • Prezzo: 17,00€
  • Caratteristiche: 228 pp

Fuori piove, fa freddo. Dentro la chiesa, in un piccolo paese del Nord-Est, fa ancora più freddo. È quasi buio, la luce del mattino non riesce a imporsi. Un uomo, Tilio, sta portando via i moccoli dai candelieri, raschia la cera colata, mette candele nuove. Sistema tutto seguendo l'ordine che gli hanno insegnato, perché si deve mettere ogni cosa al suo posto nella giusta successione. Parla con se stesso, intanto, in attesa che sulla scena compaia Fredi, il sacrestano. Tra una messa e l'altra i due sorseggiano caffè corretto alla vodka. Così inizia il teatro di una coppia di personaggi indimenticabile, che intesse nei pensieri, nei dialoghi e nei racconti un intreccio vertiginoso di vicende personali, desideri, rimpianti e paure che convocano la vita di tutto un paese, in una lingua che fa parlare la realtà vissuta.

Gian Mario Villalta ha scritto romanzi, racconti e saggi (il più recente: L’isola senza memoria, Laterza 2018). Fin dagli esordi, partecipe delle vicende poetiche alla svolta del secolo, ha dedicato particolare attenzione all'opera di Andrea Zanzotto, con una monografia e numerosi interventi, collaborando inoltre al “Meridiano” le poesie e prose scelte e assumendo la cura dei due volumi degli Scritti sulla letteratura. I suoi libri di poesia più recenti sono Vanità della mente, 2011 (Premio Viareggio) e Telepatia, 2016 (Premio Carducci). È direttore artistico di PordenoneLegge.

Il giardiniere

Authors

  • In libreria: 13 febbraio 2020
  • ISBN: 9788893902281
  • Prezzo: 17,00€
  • Caratteristiche: 336 pp

Suquamish, stato di Washington. La vita di Mike Muñoz, ventitreenne di origine messicana, trascorre in attesa di qualcosa che non arriva. Abita in una riserva indiana con un fratello disabile e una mamma sempre al lavoro. Il papà, alcolista, è scomparso dalla loro vita diversi anni prima. Mike legge tantissimo grazie alla biblioteca pubblica e sogna di scrivere un libro.
La sua grande passione è il giardinaggio, ma quello che gli piace davvero è l’arte topiaria, dare forma ai cespugli e ricavarne delle statue. Purtroppo, nonostante lavori con una squadra di giardinieri, l’unica cosa che gli chiedono è di tagliare il prato e raccogliere le cacche di cane. Quando non ne può più viene licenziato e realizza che se vuole che le cose cambino deve essere lui ad agire. Ma come?
In questo romanzo toccante, estremamente ironico, spesso pungente, Jonathan Evison guida il lettore nel cuore e nella mente di un giovane che vuole scoprire se stesso, ma soprattutto il segreto per raggiungere una felicità che non viene mai garantita in uno stato dove la polizia compie soprusi, le frontiere sono chiuse e se sei povero devi strapparti i denti da solo. Nel caso di Mike Muñoz e di quelli come lui la scala per il successo sembra sempre troppo ripida. Gli ostacoli sono tanti, gli scivoloni anche, finché le cose non iniziano a cambiare e Mike riesce a intravedere un futuro migliore. «Se la vita ti regala merda, usala come fertilizzante» ripete a se stesso.
Una commedia d’impatto che, con il suo tono rabbioso, dolce e ironico, parla di differenze sociali, discriminazioni culturali e dell’importanza di non farsi mai mettere i piedi in testa.

Jonathan Evison (San Jose, Califorina, 1968) è uno scrittore noto per la sua ironia non convenzionale. Ha suonato in un gruppo punk con musicisti poi confluiti nei Soundgarden e nei Pearl Jam. Il suo romanzo più conosciuto è The Revised Fundamentals of Caregiving (2012), da cui è stato tratto il film Altruisti si diventa (2016). Questa è la sua prima opera tradotta in Italia.

Il giorno mangia la notte

Authors

  • In libreria: 06 febbraio 2020
  • ISBN: 9788893902304
  • Prezzo: 17,00€
  • Caratteristiche: 288 pp

Milano, estate. Le vite di tre sconosciuti si intrecciano in una città in pieno mutamento, capace di rari squarci romantici e quotidiana ferocia. Giorgio è un uomo di cinquantacinque anni che soffre di gambling patologico. Ex pubblicitario rampante, oggi è un uomo cinico, cocainomane, dipendente dall’alcool e separato dalla moglie Marina, di cui è ancora innamorato; Naima, una bella ragazza di venticinque anni, italiana di origine marocchina, pratica la kick boxe e lavora come insegnante di sostegno in una scuola elementare; Stefano, figlio di Giorgio, è un ventottenne pugnace, praticante avvocato e militante neofascista.
A seguito di una rapina improvvisata e letale, messa in atto da Giorgio nei confronti della madre di Naima, le vite dei tre protagonisti si incrociano. Alla morte della donna seguiranno una catena di eventi e i tre si troveranno a fare i conti con gli aspetti più oscuri di sé e con le conseguenze di un gesto insensato, sullo sfondo di una città in cui il conflitto sociale cresce come una febbre. Vittime e colpevoli saranno risucchiati nello stesso gorgo, attraverso tentativi di riscatto sociale, pregiudizi e violenza, fino all’accettazione di un’umanità piena di contraddizioni e un’impossibile catarsi. Un esordio importante, ambientato in una Milano perfettamente descritta.

Silvia Bottani è nata e vive a Milano. Giornalista, si occupa di arte contemporanea e collabora con diverse agenzie di comunicazione. Suoi interventi sono stati pubblicati da Doppiozero, Riga, Sapiens, Arte, Rivista Segno, CultFrame. Il giorno mangia la notte è il suo primo romanzo.

Mohammad, mia madre e io

Authors

  • In libreria: 30 gennaio 2020
  • ISBN: 978-8893902311
  • Prezzo: 15,30€
  • Caratteristiche: 243 pp

Nei giorni in cui Donald Trump sale al potere, Benoît Cohen, un cineasta francese che vive negli Stati Uniti, scopre che sua madre si sta preparando a ospitare Mohammad, giovane migrante afgano, nell'appartamento del centro di Parigi dove vive da sola. Anche se Benoît si indigna per il presidente razzista che minaccia di chiudere i confini, tuttavia non può fare a meno di preoccuparsi per sua madre che, senza dirlo a nessuno, ha aperto la porta di casa a uno sconosciuto. Ritorna quindi a Parigi e incontra Mohammad. Il ragazzo, sradicato e costretto a trasferirsi varie volte, è cresciuto molto più velocemente di qualsiasi coetaneo occidentale: Benoît lo capisce ascoltando il racconto della sua breve ma intensa vita. Tra il regista, esule volontario, e Mohammad, che non ha potuto scegliere il proprio destino, nasce una bella amicizia, sotto lo sguardo di Marie-France, l'affascinante madre che completa questo improbabile trio. Un romanzo delicato e coinvolgente in cui l'autore descrive con umorismo e profondità il delicato momento dell'incontro con l'altro, un racconto che esplora il vero significato della parola "dare".

Benoit Cohen, nato nel 1969, è produttore, regista, sceneggiatore e scrittore. Ha diretto sei film, tra cui Nos enfants chéris (2003) e Tu seras un homme (2013). Per girare Yellow Cab, nel 2014, ha guidato un taxi a New York per sei mesi. Mohammad, mia madre e io è stato pubblicato in Francia e negli Stati Uniti.