Il ritorno di Leavitt

Continua la ripubblicazione dell’opera omnia di David Leavitt, iniziata con Il matematico indiano. Il 30 agosto usciranno Eguali amori, un romanzo, e Un luogo dove non sono mai stato, una serie di dieci racconti.

David Leavitt nasce a Pittsburgh nel 1961 e cresce in California. Dopo la laurea a Yale si afferma all’età di ventitré anni con i racconti di Ballo di famiglia. È uno scrittore centrale della nuova narrativa americana.

Eguali amori è un romanzo realistico sui sentimenti e i legami profondi lisi dal tempo ma ancora indissolubili: lo straordinario che si nasconde nel quotidiano, le relazioni umane basate sul non detto, la morte e la rinascita che colpiscono e riaccendono l’esistenza. L’autore costruisce personaggi veri, come noi, che leggiamo vite familiari e di coppia, che sono anche le nostre.

Nel secondo volume Un luogo dove non sono mai stato, Leavitt affronta i temi della scoperta di sé, della ricerca di accettazione e dell’esperienza dolore: in questi racconti incontriamo una donna che assiste al matrimonio della sua ex amante con fantasie di vendetta, un agente immobiliare che si affeziona a una delle sue case in vendita, una ragazza che insegue un amore impossibile e altre storie incentrate su grandi temi universali.

In Leavitt non possiamo non apprezzare la capacità d’immedesimarsi in punti di vista di ambo i sessi e la maestria nel narrare le difficoltà legate all’orientamento sessuale dei protagonisti, in una società che – all’epoca – iniziava appena a parlarne apertamente.

Non vediamo l’ora di farvelo leggere…. O rileggere.